Come misurarare la pressione arteriosa, corso certificato oss a caserta
Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn

Come misurare la pressione arteriosa

Prima di sapere come misurare la pressione arteriosa, è necessario conoscere prima cos’è la pressione arteriosa.


›Che cos’è la Pressione Arteriosa

La pressione arteriosa è considerata tra i principali parametri vitali, poichè è in grado di darci delle indicazioni sulle condizioni cliniche dell’assistito, e in alcune categorie di pazienti è utile anche il monitoraggio continuo, poiché a lungo termine una pressione alterata comporta danni ai vasi, alla circolazione, ecc…

La pressione arteriosa è la forza con cui il sangue viene spinto dal cuore nei vasi arteriosi, solitamente viene indicata con l’acronico PA (pressione arteriosa). Di conseguenza più sarà alta la pressione e maggiore è il lavoro (e la fatica) che deve compiere il cuore.

La pressione arteriosa (PA) sostanzialmente dipende da due fattori:

  • Gittata cardiaca, ovvero il volume di sangue che il ventricolo sinistro spinge in aorta in un certo tempo
  • Resistenza, ovvero la resistenza al flusso data dai vasi.

I valori della pressione arteriosa comprendono i dati della pressione sistolica e diastolica.

›Differenza tra pressione Sistolica e diastolica

Poiché l’immissione del sangue nelle arterie avviene in maniera discontinua, la pressione arteriosa oscilla continuamente, dando valori diversi. Si parla dunque di:

  • Pressione arteriosa sistolica (PAS): solitamente chiamata “massima”, è un valore dato dal massimo flusso sanguigno espulso ad ogni contrazione del cuore nella fase di sistole.
  • Pressione arteriosa diastolica (PAD): solitamente chiamata “minima”, è un valore dato dal  riposo del cuore, ossia la diastole; è dato dalla durata della diastole e dalle resistenze periferiche.
  • La pressione di pulsazione o pressione arteriosa differenziale è definita come la differenza tra pressione sistolica e e pressione diastolica.

›Valori di riferimento Pressione Arteriosa

I valori di riferimento pressione arteriosa secondo le raccomandazioni del Ministero sono così classificati:
Stato Pressione Massima Pressione Minima
Crisi Ipertensiva >180 >120
Normale 120- 130 70-80
Pre-ipertensione 130-140 80-90
Ipertensione I Stadio 140-160 90-100
Ipertensione II Stadio >160 >100

›Come misurare la pressione arteriosa

Presidi con cui misurare la pressione 

  • Lo sfigmomanometro
  • Lo sfigmomanometro elettronico
  • Il catetere arterioso inserito in arteria.⊗Condizioni dell’assistito

Prima di procedere alla misurazione della pressione è opportuno che l’assistito deve essere in condizioni di completa tranquillità, non deve aver fumato o preso caffè nella nell’ora precedente e avere il braccio appoggiato su una superfice.

Procedura

  1. La misurazione della pressione arteriosa avviene posizionando un manicotto  al braccio del paziente, poco al di sopra della piega in corrispondenza del gomito. (Il manicotto deve essere aderente con il braccio: né troppo stretto né troppo largo, poiché questo potrebbe comportare una falsificazione dei dati. Posizionando il manicotto sul braccio si va a rilevare la PA a livello dell’arteria brachiale.
  2. Dopo aver posizionato il manicotto, si posiziona la campana del fonendoscopio appena sotto il bracciale e precisamente sulla piega del braccio. Con una mano si tiene la pompetta, con l’altra si posizionano due dita sul polso della persona per percepire le pulsazioni dell’arteria radiale. Si mette poi il fonendoscopio alle orecchie.
  3. Succesivamente si deve iniziare a gonfiare il manicotto con la pompetta, fino al momento in cui non si avvertono più pulsazioni a livello dell’arteria radiale. Si gonfia ancora di circa 20 mmHg e poi si comincia ad aprire lentamente la valvola presente sulla pompetta, in modo da lasciar uscire possa l’aria dal bracciale.
  4. Il primo rumore che viene ascultato è la Pressione arteriosa sistolica (o massima) e sarà dato dalla ripresa del passaggio di sangue in arteria.
  5. Continuando a sgonfiare il bracciale, si distinguono altri  rumori, l’ultimo rumore corrisponde alla Pressione arteriosa diastolica (o minima).

›Prevenzione per evitare l’ipertensione

Per evitare l’ipertensione l’OMS ha pubblicato queste semplici raccomandazioni per evitarne l’insorgenza

  • Dieta sana (promuovendo uno stile di vita sano; riduzione del sale a 5 grammi al giorno, mangiare 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno, e ridurre i grassi saturi)
  • Limitare l’uso di alcol e limitarsi ad un bicchiere al giorno
  • Fare attività fisica: esercizio fisico ogni giorno per almeno 30 minuti; mantenere un peso adeguato. Ogni 5 kg di peso in eccesso persi, si riduce la PAS da 2 a 10 mmHg
  • Abbandonare l’abitudine al tabacco
  • Gestire lo stress in modo salutare, con la meditazione, l’esercizio fisico e i contatti sociali positivi

In età adulta è fondamentale il controllo giornaliero della pressione, in particolar modo con l’aumentare dell’età. Un riscontro occasionale di PA elevata deve essere un campanello d’allarme e spingere ad indagare se è un problema temporaneo o persistente.

A tal proposito noi di Studio e Formazione abbiamo creato un documento dove puoi monitorare la pressione arteriosa giornaliarmente.

Scarica la tabella excel misurazione pressione arteriosa 

Se vuoi approfondire l’argomento partecipa al nostro corso certificato oss, oppure frequenta i nostri corsi professionali o certificati dalla regione Campania

Corso di OSS

Vuoi rimanere aggiornato su news e offerte?
Iscriviti alla newsletter
È completamente gratis!